Personal

L’arte non ha tempo

Decorare un abito: questo è il momento in cui l’abito smette di essere abito e diventa un gioiello. Con nastri di seta, cordami, perle di vetro, ritagli di stoffa o di pelle… ora  vesto l’abito. È una operazione che richiede la conoscenza delle tecniche del ricamo tradizionale e haute couture… niente è casuale; è come avere di fronte una tela bianca da dipingere.

Queste tecniche, raffinate e complesse nell’esecuzione, richiedono una precisione quasi maniacale, una capacità di visione che rimbalza dal dettaglio all’insieme; cura e definizione quasi ossessiva del dettaglio fanno il buon manufatto, il “ben fatto”.

E quando lavoro con minuziosa attenzione al completamento dell’abito e vedo le mie mani muoversi mi soffermo sul pregio del “fatto a mano”, guardo le mie mani con ammirazione e penso alla mia fortuna e a quella di quanti hanno buone mani.

Comandano loro in questo momento, e se hanno bisogno di tempo bisogna dargliene quanto necessario…

L’arte non si misura con lo scandire delle ore… l’arte è senza tempo.