Personal

Preziosi strumenti di una sarta artigiana

Il mio atelier è una piccola sala operatoria per gli abiti.

Gli attrezzi devono essere sempre al loro posto, puliti e pronti all’uso. Ho aghi di tutte le misure, forbici di tutte le dimensioni che servono a tagliare i tessuti dai più spessi ai più delicati, fili di una gran varietà di colori che compongono un telaio arcobaleno, tantissime cerniere, automatici di varie misure e materiali…

Insomma: una piccola merceria sempre a mia disposizione, perché la fantasia non deve avere freni né limitazioni! Investo molto sui materiali. Esiste un attrezzo dedicato ad ogni tessuto e momento della lavorazione di un abito.

Sono tanti gli strumenti da sarta che uso con piacere e altri invece che non amo utilizzare. Tra questi ultimi c’è il gesso… perché anche se riesci a rendere la punta sottile il suo tratto è sempre molto deciso e definito; preferisco, al suo posto, passare tutto con il filo… ci vuole sicuramente molto più tempo e molta più pazienza, ma dedicarmi al mio lavoro con tutta me stessa (e con tutto il tempo necessario) è l’espressione dell’amore che metto in quel che faccio.

Gli attrezzi per me più importanti, che amo, quelli dei quali proprio non riuscirei a fare a meno, sono due. Potrei addirittura dire che sono i gioielli che abbino al mio outfit giornaliero: il ditale, che indosso come se fosse un anello prezioso e il metro a cingermi il collo, come fosse un elegante collier.